Insegna Abusiva

L’insegna “Benvenuti a Cutrofiano paese delle terrecotte” è stata costruita abusivamente!


  Ancora una volta il Forum Amici del Territorio aveva ragione, quando più di un anno fa faceva presente, che l’insegna “Benvenuti a Cutrofiano paese delle terrecotte” posta nei pressi della rotatoria sulla strada provinciale per Maglie, non aveva nessun permesso per la sua costruzione.

   Con il tempo tutti i nodi vengono al pettine, infatti, oggi possiamo affermare con assoluta certezza e con documenti alla mano, che la struttura è stata realizzata abusivamente e per questo è stata applicata una sanzione amministrativa di 516,00 € ai titolari.

   Fa specie scoprire, che una struttura programmata e sostenuta con vigore dall’Amministrazione, sia stata realizzata in maniera abusiva da laboriosi privati, sanzionati dalla stessa.

Passiamo ora a raccontare i fatti e a pubblicare i documenti di questa vicenda, al fine di informare e rendere partecipi i Cittadini, denunciando pubblicamente l’accaduto.

 

  • La cronologia degli eventi.

  Il giorno 4 maggio 2016 è stato notato, un cantiere senza la prescritta cartellonistica a ridosso della rotatoria, posta all’ingresso di Cutrofiano, sulla strada provinciale SP 363 Cutrofiano – Maglie, la costruzione delle opere in realtà è cominciate ad aprile 2016.

Nel suddetto cantiere si provvedeva all’installata di una struttura metallica, infissa saldamente nel terreno con dei plinti in calcestruzzo, per sorreggere un’insegna con la scritta “Benvenuti a Cutrofiano paese delle terrecotte”.

Icon

Descrizione Struttura Insegna 3.04 MB 5 downloads

...

Nel frattempo su FaceBook si pubblicavano i primi post con le foto della struttura, e in alcuni commenti si evidenziava come il cantiere non fosse propriamente in regola, con le norme vigenti, poiché mancavano i requisiti necessari per identificare la committenza, la ditta esecutrice dei lavori, nonché il progettista.

Il giorno successivo “stranamente”, compariva il cartello di cantiere che recava come solo atto autorizzativo una Delibera di Giunta Comunale n. 82 del 29.04.2016 pubblicata sull’albo pretorio online dell’Ente il giorno 5 maggio 2016 in cui risultava quale committente privato, l’associazione, “Ceramica Artigianale del Salento”, beneficiaria di generosi contributi da parte del Comune per le sue attività “culturali”.

Icon

DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE n. 82 del 29-04-2016 331.16 KB 4 downloads

CARATTERIZZAZIONE DEGLI INGRESSI A CUTROFIANO ...

Inoltre, leggendo attentamente la delibera si è scoperto, che il proprietario del terreno è una persona terza, che ha dato la piena disponibilità all’utilizzo.

Costatata la potenziale pericolosità del manufatto posto nei pressi della rotatoria sulla strada per Maglie, in data 07.06.2016, il Forum Amici del Territorio ha inoltrato una istanza di accesso agli atti, informando contestualmente gli uffici competenti della presenza del nuovo cantiere sorto sullo svincolo della succitata rotatoria.

La risposta degli uffici competenti è stata disarmante, nessuno di essi era a conoscenza della costruzione di tale manufatto.

Icon

Prima Risposta Autorità di Bacino 104.87 KB 5 downloads

...

Accertata la mancanza del Permesso di Costruire dell’opera, e quindi verificato che la struttura è stata costruita abusivamente, il Forum Amici del Territorio ha deciso scientemente, di inoltrare ai diversi responsabili amministrativi e politici una Diffida, sottoscritta dai propri Soci, chiedendo lo smantellamento della struttura in oggetto, con il pristino dello stato dei luoghi, nel caso venissero accertati illeciti, anomalie procedimentali, ovvero potenziali pericoli e rischi per la sicurezza e l’incolumità delle persone e delle cose.

Dopo la Nostra Diffida, il Responsabile del Settore Edilizia del Comune di Cutrofiano, ci informa, che in data 22 giugno 2016 è pervenuta presso l’ufficio, una richiesta di Permesso di Costruire in Sanatoria, ai sensi dell’art. 36 del D.P.R. 380/2001, per l’accertamento di conformità urbanistica della struttura, specificando inoltre che in data 27.06.2016, sono stati richiesti i pareri ad alcuni Enti.

Da questo momento in poi le anomalie nel procedimento della pratica in questione cominciano a manifestarsi in maniera evidente.

Come prima cosa c’è stata una mancata segnalazione del manufatto non autorizzato, nei rapporti mensili obbligatori relativi alle opere abusive, redatti dal Segretario Comunale di Cutrofiano.

Poi il Responsabile del Settore Edilizia, con avviso di emanazione del provvedimento di Permesso di Costruire del 17 ottobre 2016 ha stabilito, che la Pratica Edilizia è stata accolta favorevolmente, seppur ben oltre i 60 gg. previsti dal comma 3 dell’art. 36 del D.P.R. 380/2001, che prescrive “3. Sulla richiesta di permesso in sanatoria il dirigente o il responsabile del competente ufficio comunale si pronuncia con adeguata motivazione, entro sessanta giorni decorsi i quali la richiesta si intende rifiutata.” e senza aver ottenuto preventivamente i pareri vincolanti, dell’Autorità di Bacino della Puglia e di conformità rispetto al Codice della Strada.

Venuti a conoscenza di tali mancanze, il Forum Amici del Territorio ha richiesto con altro accesso agli atti, di avere copia del Permesso di Costruzione in Sanatoria e dei relativi pareri correlati;

Il Responsabile del Settore Edilizia dal canto suo il 24 febbraio 2017, ci trasmetteva il parere del Servizio Viabilità della Provincia di Lecce, sottoscritto dall’Ing. F. Dario Corsini, rilevatosi assai curioso.

L’ing. Corsini con tale atto, rimanda di fatto la competenza del parere al Comune di Cutrofiano, precisando inoltre che l’insegna dovrà comunque rispettare quanto prescritto dal Nuovo Codice della Strada, e che il Comune di Cutrofiano rimarrà unico e pieno responsabile di ogni sinistro o danno che possa derivare a terzi in ragione dell’istallazione del manufatto e della relativa natura dello stesso.

Di contro, il Tenente della Polizia Municipale di Cutrofiano con nota del 6 marzo 2017, “…dichiara la propria incompetenza ad esprimere un parere tecnico sul progetto di cartellonistica in parola.” eccependo che l’area oggetto è “in vista”  della S.P. n. 363 (Maglie-Cutrofiano), già S.S. n. 497 e che tale tratto di strada, come può desumersi dal “Verbale di delimitazione” nota prot. 4752 del 02/06/1995 è da considerare quale “tratto interno di Strada Provinciale”, confutando in questo modo la dichiarazione del Ing. F. Dario Corsini, responsabile del Servizio Viabilità della Provincia di Lecce.

Quindi, i Responsabili del Servizio Viabilità della Provincia di Lecce e del Settore Vigilanza del Comune di Cutrofiano ognuno con un proprio provvedimento, hanno dichiarato la propria incompetenza sull’area oggetto dell’intervento, evidenziando un conflitto di attribuzione e di responsabilità, che ad oggi non ha consentito di avere ancora un parere tecnico e di compatibilità rispetto alle norme del Nuovo Codice della Strada e del relativo Regolamento.


Nel frattempo il 30 marzo 2017 il Responsabile del Settore Edilizia, trasmetteva al Forum il parere di compatibilità favorevole rispetto al Piano di Assetto Idro-geomorfologico dell’Autorità di Bacino, appena rilasciato dall’Ente.

Constatato che, l’insegna in oggetto probabilmente non rispetta le prescrizioni di cui all’art. 23 commi 1 e 4 del D.Lgs del 30 aprile 1992, n. 285 (Nuovo Codice della Strada) e dell’art. 51, commi 3 e 4 del DPR 16.12.1992 n. 495 (Regolamento del N.C.D.S.), in mancanza di qualunque parere di conformità in tal senso, si desume che l’ubicazione della struttura nelle immediate vicinanze della rotatoria (Intersezione stradale), posta all’ingresso di Cutrofiano, sulla strada provinciale SP 363 Cutrofiano – Maglie è da intendersi potenzialmente pericolosa per la circolazione.

 

Su queste documentate basi, il Forum Amici del Territorio il 12.06.2017 ha inoltrato, al Sindaco, ai Consiglieri Comunali, agli Assessori e ai Responsabili Amministrativi, nonché al Tenente della Polizia Municipale una Denuncia, sottoscritta dai propri Soci, diffidando gli organi amministrativi e di controllo, alla emanazione di ogni provvedimento attestante la conformità della struttura in contrasto con le norme vigenti e in subordine alla emanazione di un’ordinanza di smantellamento della struttura in oggetto, entro 30 giorni dalla ricezione della stessa.

Il Dirigente del Settore Edilizia, al contrario e assumendosi tutte le responsabilità civili e penali del caso, prima della scadenza dei 30 gg. e precisamente il giorno 22.06.2017 ha rilasciato il Permesso di Costruire in Sanatoria per l’insegna posta nei pressi della rotatoria sulla strada provinciale per Maglie.

 

  • Conclusioni

  Entrando nel merito dell’opportunità di realizzare l’insegna in oggetto, riteniamo l’epigrafe molto riduttiva e squalificante nel descrivere la Comunità e la storia Cutrofianese, che ha ben altre qualità rilevanti da promuovere, oltre le terrecotte. Inoltre, tale quadro è stato aggravato, dall’arrogante presunzione dell’Amministrazione di poter decidere, anche senza coinvolgere la Cittadinanza e gli operatori economici, sociali, artigianali e commerciali del Paese.

Ora rimane da stabilire a chi di competenza, se la pratica del Permesso di Costruire in Sanatoria sia stata rilasciata in maniera legittima, considerando che le norme in materia ponevano vincoli di tempo abbondantemente superati dagli adempimenti dell’ufficio, previsti dal comma 3 dell’art. 36 del D.P.R. 380/2001, e il mancato parere di conformità rispetto alle prescrizioni di cui all’art. 23 commi 1 e 4 del D.Lgs del 30 aprile 1992, n. 285 (Nuovo Codice della Strada) e dell’art. 51, commi 3 e 4 del DPR 16.12.1992 n. 495 (Regolamento del N.C.D.S.), ne determinano probabilmente la sua illegittimità.

Possiamo concludere, mutuando la nota del Dirigente Provinciale Servizio Viabilità:

“ Il Comune di Cutrofiano rimarrà unico e pieno responsabile di ogni sinistro o danno che possa derivare a terzi in ragione dell’istallazione del manufatto e della relativa natura dello stesso”.