Prevista l’installazione di un nuovo impianto per telefonia cellulare, nei dintorni della Chiesa Madre di Cutrofiano.


La società Wind Tre S.p.A. in data 30/03/2020 ha trasmesso al Comune di Cutrofiano il Programma Stralcio 2020, di installazione e modifica degli impianti per telefonia cellulare, individuando un’area di ricerca (Sarf:LE122), intorno la Chiesa Matrice, Santa Maria della Neve.

La società Wind Tre S.p.A, nel Comune di Cutrofiano ha già attivi i seguenti impianti:

CODICE SITO

NOME SITO

INDIRIZZO

LE033

CUTROFIANO

Contrada Conella

LE245

SS 459-SS 476 SUPERSANO

Contrada Sorge

LE255

CUTROFIANO SUD

Candidato provv vicino pinetina

LE587

CUTROFIANO

Presso mattatoio comunale

Nel documento non è stata definita la tipologia dell’impianto, per cui non si può esclude l’eventuale installazione della tanto discussa tecnologia di ultima generazione 5G.

Com’è possibile vedere, la società proponente ha individuato come ubicazione ottimale, la Chiesa Madre.

Di contro, l’eventuale installazione di antenne per telefonia cellulare sul campanile, sarebbe molto impattante dal punto di vista architettonico e storico-culturale, stesso impatto visivo, si avrebbe su qualsiasi edificio posto nell’area di ricerca nel centro storico.

Con questa ricerca, si aprirà a Cutrofiano la corsa degli speculatori, per arrivare primi ad accaparrarsi il canone annuo della società, cedendo il diritto di superficie dei loro terrazzi all’installazione delle antenne.

Quali sono i rischi per la salute ?

   Oggi più che mai, ci siamo resi conto che la salute è il bene più prezioso e quindi deve essere tutelato ad ogni costo.

Nessuno studio scientifico, fino a questo momento è riuscito a dimostrare se la lunga esposizione alle onde elettromagnetiche, provenienti dagli innumerevoli impianti per telefonia cellulare e non solo, può avere o meno rischi sulla nostra salute, ma altresì è inconfutabile che le microonde possono avere effetti potenzialmente pericolosi.

Il 5G ad esempio, usa tre fasce di frequenze (bassa, media e alta): 694-790 Mhz, 3,6-3,8 GHz e 26,5-27,5 GHz. Una frequenza bassa (intesa come emissione elettromagnetica con una frequenza dell’ordine delle centinaia di mega hertz o MHz) ha la capacità di arrivare molto più lontano di una frequenza alta, ma può trasportare meno dati per unità di tempo (valore in genere espresso in bit al secondo o bit/s). Una frequenza alta (dell’ordine dei giga hertz o GHz), al contrario, ha una portata molto inferiore ma ha la capacità di trasportare moltissimi dati per unità di tempo. Inoltre, una frequenza di banda bassa è capace di attraversare gli ostacoli fisici molto meglio di una frequenza alta.

Dunque per aumentare la velocità di connessione, si cercherà di usare preferibilmente frequenze molto alte (nel campo delle microonde), installando una rete di piccole antenne più vicine possibili tra di loro, in modo da superare anche gli ostacoli frapposti.

Come suddetto, se esiste un rischio, che queste onde ci possono friggere il cervello, non è ancora dimostrato scientificamente, ma in questi casi è opportuno invocare il “Principio di Precauzione” citato nell’articolo 191 del trattato sul funzionamento dell’Unione europea (UE).

Secondo la Commissione europea, il principio di precauzione può essere invocato quando un fenomeno, un prodotto o un processo può avere effetti potenzialmente pericolosi, individuati tramite una valutazione scientifica e obiettiva, se questa valutazione non consente di determinare il rischio con sufficiente certezza, come il caso specifico.

   Tramite questo principio e considerando che non esiste nessuna certezza sui possibili rischi per la salute, i Comuni di Morciano di Leuca, Racale, Parabita, Neviano, Nociglia e Aradeo hanno emesso ordinanze di divieto di installazione di nuovi impianti.

A Cutrofiano purtroppo siamo orfani nostro malgrado, di un’Amministrazione che possa tutelare la nostra salute.

Share and Enjoy !

0Shares
0 0